+39 338 6052203 Italia

Servizio pratiche e demolizione

Servizio di ritiro per demolizione e pratiche

Per sollevarvi dall’incarico della rottamazione della vostra moto, ci prendiamo carico di dover sbrigare tutte le pratiche burocratiche, anche per un eventuale recupero al domicilio.

La documentazione

Per i ciclomotori non ancora targati, ovvero qualli ancora con la vecchia targa piccola o con il vecchio libretto, si riduce a: libretto e ciclomotore per effettuare la demolizione.

Per i motocicli la documentazione necessaria obbligatoria è costituita da: libretto di circolazione, CDP certificato di propietà, ispezione del PRA, ”eseguibile in tutti gli sportelli Aci o direttamente al PRA”, fotocopia carta d’identità e codice fiscale del propietario.

Come funziona la demolizione del mezzo

Se si vuole demolire un veicolo bisogna consegnarlo ad un centro di raccolta autorizzato oppure – nel caso in cui venga ceduto per acquistarne un altro – al concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice. Il gestore del centro di raccolta, oppure il concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, deve provvedere entro trenta giorni consecutivi dalla consegna del veicolo, alla cancellazione del veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) attraverso la presentazione della richiesta di “cessazione della circolazione per demolizione”.

Cosa fare

Si devono consegnare al centro di raccolta autorizzato o al concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, insieme al veicolo da demolire, anche le targhe, la carta di circolazione e il certificato di proprietà cartaceo (o il foglio complementare). 

In caso di furto o smarrimento di targhe e/o documenti, si deve consegnare la relativa denuncia (o dichiarazione sostitutiva di resa denuncia), presentata agli organi di pubblica sicurezza.

Al momento della consegna del veicolo da demolire, il centro di raccolta, oppure il concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice, è tenuto a rilasciare al proprietario/detentore del veicolo il “certificato di rottamazione” dal quale devono risultare i seguenti dati: 

  • nome e cognome del proprietario/detentore 
  • indirizzo del proprietario/detentore 
  • numero di registrazione/identificazione e la firma del titolare dell’impresa che rilascia il certificato 
  • l’autorità competente che ha rilasciato l’autorizzazione all’impresa 
  • la data e l’ora di rilascio del certificato e la data e l’ora di presa in carico del mezzo 
  • l’impegno a provvedere alla richiesta di cancellazione dal PRA 
  • gli estremi di identificazione del veicolo (classe, marca, modello, targa e numero di telaio), i dati personali e la firma del soggetto che effettua la consegna del veicolo (qualora si tratti di soggetto diverso dal proprietario, anche i dati di quest’ultimo)

Questo certificato solleva da ogni responsabilità (civile, penale e amministrativa) il proprietario del veicolo, ad esclusione dei fini tributari, per i quali occorre sempre fare riferimento alle disposizioni normative delle singole Regioni.

In seguito alla radiazione del veicolo dal PRA (curata dal centro di raccolta o dal concessionario/automercato/succursale della casa costruttrice cui è stato consegnato) viene a cessare l’obbligo del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto), a carico dell’intestatario al PRA.

Costi

Per i ciclomotori

Il costo sarà solo quello del ritiro in loco in base al listino presente sul sito.

Per i motocicli

Il costo sarà solo quello del ritiro in loco in base al listino presente sul sito. Più 139 euro per la pratica di demolizione.